Print Mail Pdf
condividi  Facebook   Twitter   Technorati   Delicious   Yahoo Bookmark   Google Bookmark   Microsoft Live   Ok Notizie

portraitdedante200

750 years ago Dante Alighieri was born, and today the long shadow of his art, wisdom and insight still shapes and inspires much of Italian and European Culture. On 4 May a day of celebrations was held at the Italian Senate in the presence of Sergio Mattarella, the president of the Italian Republic and Cardinal Ravasi who is overseeing preparations for the seventh centenary of the death of the “Sommo Poeta” in 2021. Pope Francis sent a message recalling the appreciation given to Dante by Benedict XV and his famous Encyclical, In praeclara summorum, of 30 April 1921, Paul VI’s apostolic letter Altissimi cantus at the end of the Second Vatican Council, as well as other influences on the works of John Paul II and Benedict XVI.


CENTENARIO DANTESCO - COMITATO SCIENTIFICO ORGANIZZATIVO

220px-Dante_Luca

Il Pontificio consiglio della Cultura, in occasione del VII centenario della morte di Dante Alighieri nel 2021, ha costituito un comitato scientifico-organizzativo per la realizzazione di una programmazione di eventi ed iniziative atte a celebrare e fare memoria del Sommo Poeta.

Al fine di esprimere meglio l’eterogeneità degli studi sul Sommo Poeta sono stati chiamati esperti, studiosi e docenti da varie parti d’Italia: il Prof. Marco Ariani (Univ. Roma 3), il  Prof. Luca Azzetta (Univ. Cattolica – Milano), Fr. Maurizio Bazzoni, il Prof. Massimiliano Corrado (Univ. Federico II – Napoli), la Prof.ssa Abetina Cortese (Pres. Centro Scaligere Studi Danteschi – Verona), la Prof.ssa Teresa De Robertis (Univ. Firenze), laProf.ssa Lia Fava Guzzetta (LUMSA – Roma), il Prof. Giuseppe Frasso (Univ. Cattolica – Milano), Fr. Ivo Laurentini (Centro Dantesco – Ravenna), il Prof. Andrea Mazzucchi (Univ. Federico II – Napoli), il Prof. Alberto Varvaro (Acc. Della Crusca / Acc. Dei Lincei – Roma/Napoli), Mons. Pasquale Iacobone responsabile del settore Arte e Fede del Pontificio Consiglio della Cultura.

A presiedere il comitato sono il Card. Gianfranco Ravavi neo Presidente della Casa di Dante in Roma, che si augura la valorizzazione della figura di Dante e delle sue opere soprattutto dalle giovani generazioni e dai loro insegnanti, e il Prof. Enrico Malato della Casa di Dante in Roma, Presidente della Commissione Scientifica preposta alle Edizioni Nazionali dei Commenti danteschi, direttore della rivista Rivista di Studi Danteschi e medaglia d’oro del Presidente della Repubblica, riservata “Ai benemeriti della cultura”.  

In lavoro del comitato non è finalizzato solo al 2021, ma organizzerà uno o due eventi annuali che rappresenteranno tappe di avvicinamento al Centenario.

Alla base della costituzione del comitato vi è l’interesse della Chiesa per Dante, la volontà della Chiesa di proporre Dante come emblema del patrimonio culturale non sono della Chiesa ma di tutta l’umanità, da ciò il desiderio della Santa Sede di essere protagonista del Centenario Dantesco, nella speranza di non relegare lo studio di Dante solo ad una dimensione strettamente accademica ma trovando nuove opportunità per promuovere una rinnovata attenzione verso il poeta dello stilnovo, da parte del mondo di oggi e in particolar modo del mondo della scuola, dove spesso il metodo di studio delle opere dantesche, anziché avvicinare e appassionare gli studenti alla madre della poesia italiana, genera allontanamento e ripugno. Dunque, tra le varie iniziative ve ne saranno alcune quindi con l’obiettivo mediare i nuovi contenuti danteschi, che la ricerca ha scoperto e studiato,  ai docenti delle scuole, offrendo loro nuovi strumenti e metodologie di insegnamento che sappiano far appassionare i ragazzi alla figura di Dante.

La Chiesa fa suo il patrimonio dantesco creando, attraverso il comitato per il Centenario, una rete organizzativa che mira ad abbracciare altri studiosi, enti e istituzioni, a cui fanno capo i membri del comitato, ma anche Diocesi, Università Statali e Pontificie, al fine di avviare proficua collaborazione per tutte gli eventi che si avvieranno.

   

Documento redatto in occasione della Conferenza Stampa di Presentazione di S. Em. il Cardinale Gianfranco Ravasi come Presidente della "Casa di Dante" di Roma