Preghiere dello sportivo

Print Mail Pdf
condividi  Facebook   Twitter   Technorati   Delicious   Yahoo Bookmark   Google Bookmark   Microsoft Live   Ok Notizie

Presentiamo qui una selezione di alcune preghiere nate in e per il mondo sportivo. Esse testimoniano della profonda vita interiore di chi vive quotidianamente la sfida di superare se stesso.


Preghiera dello sportivo

Faccio dello sport, Signore.
Ti offro la fatica del mio allenamento,
la gioia e l'ansia delle mie gare.
Fa che mi prepari con costanza
che giochi con lealtà,
che vinca con dignità
e con serenità sappia perdere.
E reso più forte, renda il mio animo
più agile nel tuo servizio, Signore,
e porti la gioia a chi mi vive accanto,
ogni giorno
.

 PREGHIERA DELLO SPORTIVO - Giovanni Paolo II

Signore Gesù Cristo,

aiuta questi atleti ad essere tuoi amici

e testimoni del tuo amore.

Aiutali a porre nell'ascesi pastorale
lo stesso impegno che mettono nello sport.

Aiutali a realizzare un'armonica e coerente
unità di corpo e anima.

Possano essere, per quanti li ammirano,
validi modelli da imitare.

Aiutali ad essere sempre atleti nello spirito,
per ottenere il tuo inestimabile premio:
una corona che non appassisce mai e che dura in eterno.

Amen

Giovani Paolo II
Giubileo degli sportivi ( 29 ottobre 2000)

PREGHIERA DELL'ATLETA
Signore, sii per me
allenatore, dirigente, medico,
maestro di vita.
Signore, sii per me compagno di squadra,
giudice di gara, amico.
Perchè tu sei il Signore.
Tu mi capisci e mi valorizzi.
A te affido la mia vita.
Aiutami, oggi e sempre..

 

Preghiera dello Sportivo

Signore !
E’ bello per me
correre con i miei amici,
nella gioia e nella fatica,
nella vittoria e nella sconfitta.
Là, sul campo,
ci metto tutto me stesso
perché per me
giocare è un po’ come vivere
e vivere è un po’ come giocare.
E se penso alla mia vita
come a quel campo di gara
allora, Signore,
aiutami a viverla
con lo stesso entusiasmo
con lo stesso impegno
con la stessa voglia di vincere
e di diventare grande.
i tu la mia guida
e il mio maestro.
Insegnami a giocare la mia partita,
indicami il mio ruolo in campo,
incoraggiamo a lottare
e dare sempre il meglio di me stesso.
E quando sarò tentato di arrendermi
e di non combattere più,
ti prego abbandona la panchina
ed entra in campo con me !
Con te vicino
ricomincio a giocare.

 

Preghiera dello sportivo

(Luigi Guglielmoni)

Grazie, Signore, per il corpo
col quale possiamo muoverci,
giocare e fare festa.
Grazie per la salute e la pace
che ci fanno gustare la vita
con gioia ed entusiasmo.
Grazie per il tempo libero
che trascorriamo divertendoci
in compagnia degli amici.
Grazie per le persone e gli spazi
che ci consentono di fare sport,
di allenarci e di gareggiare.
Grazie per le vittorie e le sconfitte
che rivelano il cammino della vita
e fanno maturare "dentro".
Grazie perché dopo il gioco
possiamo affrontare più sereni
gli impegni quotidiani.
Grazie per quanto impariamo
dalla disciplina sportiva
e dai campioni sul campo e nella vita.
Grazie per la domenica,
giorno di riposo e di preghiera,
dl fraternità con tutti.
Grazie perché tu, Signore,
sei il nostro allenatore e maestro
e rimani con noi ogni giorno.

 

Grazie, Signore 


Grazie, Signore, per il corpo col quale possiamo muoverci, giocare e far festa.
Grazie per la salute e la pace che ci fanno gustare la vita con gioia ed entusiasmo.
Grazie per il tempo libero che trascorriamo divertendoci in compagnia degli amici.
Grazie per le persone e gli spazi che ci consentono di fare sport, di allenarci e di gareggiare.
Grazie per le vittorie e le sconfitte che rivelano il cammino della vita e fanno maturare.
Grazie per quanto impariamo dalla disciplina sportiva e dai campioni sul campo e nella vita.
Grazie per la domenica giorno di riposo e di preghiera, di fraternità e di servizio solidale.
Grazie, Signore, donaci la tua gloria e resta con noi ogni giorno.
Amen.


Preghiera dello Sportivo

Signore, aiutami ad essere un vero sportivo.
A vincere e restare modesto.
A perdere e conservare il sorriso.
A conservare la mia dignità in campo.
Ad accettare tutte le decisioni dell’arbitro, giuste o ingiuste, regolari o irregolari.
A saper vincere senza stravincere.
Ad essere forte senza essere brutale.
A giocare invece di scontrarmi.
A pensare alla squadra piuttosto che a me stesso.
Ad ignorare il pubblico e comprendere l’arbitro.
Ad apprezzare il bel gioco senza distinzione di squadra.
A felicitarmi con l’avversario.
A tendergli la mano quando sono vinto, riconoscendo la sua abilita.
Con Te Signore, potrò vincere me stesso ed essere contento della vittoria altrui!

Preghiera composta da Kirk Kilgour, campione sportivo, costretto su una sedia a rotelle a seguito di un grave infortunio.

Chiesi a Dio di essere forte per eseguire progetti grandiosi;

Egli mi rese debole per conservarmi nell'umiltà.

Domandai a Dio che mi desse salute per realizzare grandi imprese;

Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio.

Gli domandai la ricchezza per possedere tutto:

mi ha fatto povero per non essere egoista.

Gli domandai il potere perché gli uomini avessero bisogno di me:

Egli mi ha dato l'umiliazione perché io avessi bisogno di loro.

Domandai a Dio tutto per godere la vita:

mi ha lasciato la vita perché io potessi apprezzare tutto.

Signore non ho ricevuto niente di quello che chiedevo,

ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno e quasi contro la mia volontà.

Le preghiere che non feci furono esaudite.

Sii lodato; o mio Signore, fra tutti gli uomini nessuno possiede quello che io ho.

Kirk Kilgou

Preghiera dello Sportivo

Ti ringrazio o Signore perchè mi fai camminare,
Ti ringrazio perchè mi fai correre, pedalare e fare sport,
Ti ringrazio anche per i dolori, le sofferenze del mio esistere,
che si dileguano con la gioia del muoversi
mentre vado tra i boschi, lungo un fiume, sulla cima di una momtagna,
da solo o in compagnia,
su strade assolate o spazzate dalla pioggia o dal vento.

Io ti sento Signore mentre i miei passi fendono ritmici le brume del mattino
e la "corsa" si distende serena nei silenzi opachi
e i pensieri si purificano e arrivano fino a Te.
Ti sento o Signore anche nei momenti di stanchezza o di sofferenza,
quando il sudore annebbia lo sguardo,
la fatica mi fa piegare le gambe e mi vorrei fermare.

Questo mio camminare fatto con umiltà ed esaltazione
è come una preghiera
E' questo andare che si fa preghiera,
per lodarti e ringraziarti o Signore.


La preghiera dello sportivo

Fin da piccolo, O Dio, vivo nel mondo dello sport. Ho partecipato a molte gare, vincendo molti premi. Ho sempre creduto nei valori dello sport e dell'agonismo leale, rifiutando ogni forma di compromesso e ogni surrogato della forza di volontà. Alcuni usano sostanze proibite per ottenere risultati eclatanti, gettando discredito sul mondo dello sport. I mass media ci hanno resi più famosi di quanto meritiamo. I giovani, in particolare, ci considerano modelli da imitare, nel bene o nel male.

Non vorrei trascinare, o Dio, alcuno dietro il mio cattivo esempio. Aiutami a far cessare l'animosità e l'eccessivo agonismo dentro e fuori il campo di gioco. Fa che io non mi monti la testa quando ho successo, e che non mi disperi quando le cose vanno male, e i giornali mi danno addosso. Allevia le angoscie dei miei familiari quando sono impegnato in gara e proteggimi da ogni incidente immobilizzante, e soprattutto aiutami a non danneggiare i miei avversari.

Infine, ti prego di essermi vicino nella gara più importante della vita perché possa conquistare il premio riservato a quanti hanno agito con altruismo ed onestà. Grazie perché mi hai dato ascolto. E così sia.